Seguici su Twitter Aggiungici su Google+ Iscriviti al Canale Youtube Abbonati ai Feed Registrati per ricevere la newsletter
Pagine del sito   Enzo Bianchi Luciano Manicardi Le altre fraternità del Monastero di Bose don Claudio Doglio Rosanna Virgili Lidia Maggi Brunetto Salvarani

giovedì 20 aprile 2017

Recalcati Becce Aime Lippi - Figlie e figli



Palazzo Ducale di Genova
dal 12 aprile al 3 maggio 2017
Sala del Maggior Consiglio,
 ore 17.45


Come la psicoanalisi e l’antropologia hanno letto il problema dell’essere figli e del rapporto tra generazioni attraverso l’analisi di alcune figure esemplari di figlio.
Psicoanalisti e antropologi interrogano il grande tema della filiazione: cosa rende la vita del figlio vita umana?

***************

12 aprile 2017 Massimo Recalcati Da Isacco al figliol prodigo

Isacco e il figliol prodigo sono due figli narrati dalla Bibbia. Per essi è decisivo il rapporto con il padre.
Come la psicoanalisi può contribuire nel chiarire il mistero di questo rapporto?



***************

19 aprile 2017 Aldo Becce Famiglie senza legge

“Il mondo mi è crollato addosso” afferma una paziente adolescente, in merito alla separazione dei suoi genitori. Il crollo del suo mondo non é il risultato del fallimento di un’idealizzazione, ma è dovuto al fatto che, dopo la separazione, i suoi genitori avevano smesso di essere e comportarsi da tali.
In questo caso – come in altri che si presentano spesso nella clinica attuale – si verifica un fenomeno nuovo: la negazione del patto famigliare. Il rifiuto di quell’alleanza che prima teneva insieme il gruppo, ora determina un’estrema sofferenza, che genera nuovi sintomi per esprimere la potenza del dolore.



***************

26 aprile 2017 Marco Aime Sono scomparsi i riti di passaggio?

Nella società occidentale urbano-industriale della nostra epoca sono venuti meno o sono fortemente indeboliti del loro ruolo sociale quei rituali collettivi che segnavano il passaggio all’età adulta. La conseguenza è un percorso di crescita più incerto, privo di appigli sicuri e un nuovo rapporto, più confuso e meno definito tra genitori e figli.



***************

3 maggio 2017 Silvia Lippi Icaro e il padre

Un padre che si prende per un padre, che assume, senza staccarsene mai, la posizione di ideale, occupa in realtà la posizione di figlio, un figlio ancora coinvolto nei meandri dell’Edipo. Questo può causare delle conseguenze nella disposizione del fantasma parricida del figlio, che ne struttura il desiderio. Attraverso l’analisi del rapporto tra Icaro e Dedalo, vedremo come l’indifferenza e la gelosia del padre verso il figlio possono condurre questi alla morte, morte che simboleggia nel mito la morte del desiderio.