Pagine
Home Enzo Bianchi don Claudio Doglio Luciano Manicardi Qiqajon Mail

sabato 23 agosto 2014

Omelie 24 agosto 2014 XXI Tempo Ordinario




Articoli correlati1. Commenti Vangelo 24 agosto 2014 XXI Tempo Ordinario2. Lectio Divina 24 agosto 2014 XXI Tempo Ordinario 3. Bianchi Bruni Manicardi 24 agosto 2014 XXI Tempo O. 

E. Bianchi Francesco: la chiesa rinasce dentro di noi


Avvenire, 23 agosto 2014
di ENZO BIANCHI

dal sito del Monastero di Bose

Papa Francesco ha parlato spesso di riforma, e in modo articolato e preciso, mostrando che nella sua volontà di vescovo di Roma c’è l’intenzione di reformare, di mutare la forma di molte istituzioni e atteggiamenti presenti nella chiesa. Per questo sono risuonate sulle sue labbra con forza e convinzione le antiche parole patristiche “Ecclesia semper reformanda”. Ma di quale riforma si tratta? Da ottimo conoscitore della spiritualità ascetica, soprattutto ignaziana e post-tridentina, Francesco sa bene che nella vita spirituale una tappa decisiva consiste nel “deformata reformare”: è la stessa urgenza espressa da papa Giovanni nell’indire il concilio. Senza citare costantemente testi conciliari e senza mai ricorrervi come strumento di battaglia, Bergoglio vuole riprendere quella riforma.

giovedì 21 agosto 2014

Vacanze in convento. Il TG1 a Bose



VACANZE IN CONVENTO. IL TG1 A BOSE 
Andato in onda il: 20/08/2014
guarda il video 
Nei luoghi della spiritualità. Un turismo all'insegna del benessere anche dell'anima. La comunità di Bose, in Piemonte, conta 20 mila visitatori l'anno. 
L'inviata Isabella Schiavone

Luciano Manicardi Il Cristo medico


Luciano Manicardi 
Monaco di Bose
Fonte

 «Come qualsiasi cura è la via per recuperare la salute, così fu della cura adottata da Dio: si rivolse a dei peccatori per guarirli e per rimetterli in salute. E come quando i medici fasciano le ferite lo fanno non alla buona ma con arte, per cui dalla fasciatura deriva non solo un’utilità ma anche una specie di bellezza, così è stato della medicina della Sapienza quando, assumendo l’umanità, si è adeguata alle nostre ferite. Certuni li ha curati con rimedi contrari, altri con rimedi congeneri. Si è comportata come colui che cura le ferite del corpo. Usa, a volte, rimedi contrari, come quando applica cose fredde a ciò che è caldo, cose bagnate a ciò che è asciutto o altri simili rimedi. Usa anche dei rimedi congeneri, come una benda rotonda per una ferita rotonda, una benda allungata per una ferita di forma allungata e, quando esegue la fasciatura, non la fa identica per tutte le membra ma fatta su misura per ogni singolo membro. Così fece la Sapienza di Dio quando volle curare l’uomo: per guarirlo gli offrì se stessa e divenne medico e medicina» (Agostino, De doctrina cristiana I,14,13).

Esercizi spirituali (Giancarlo Bruni)


 1 La contemplazione nel tempo della crisi   
 2 Il linguaggio dei segni e dei gesti in vista della Pasqua 
 3 Il contemplativo è un discepolo di Gesù

30 marzo 2012 all'Azione Cattolica di Fiesole

martedì 19 agosto 2014

Bianchi Bruni Manicardi XXI Tempo Ordinario


Riflessioni sul Vangelo
24 agosto 2014

  1. Enzo Bianchi Voi chi dite che io sia
  2. Giancarlo Bruni So in chi ho posto la fede
  3. Luciano Manicardi La qualità del coinvolgimento personale con Gesù

Articoli correlati1. Commenti Vangelo 24 agosto 2014 XXI Tempo Ordinario2. Lectio Divina 24 agosto 2014 XXI Tempo Ordinario 3. Omelie 24 agosto 2014 XXI Tempo Ordinario 

Lectio Divina 24 agosto 2014 XXI Tempo Ordinario


  1. Abbazia di Pulsano
  2. Associazione il Filo
  3. Clarisse Sant'Agata
  4. Giuseppe Bellia
  5. Meditare la Parola

Articoli correlati1. Commenti Vangelo 24 agosto 2014 XXI Tempo Ordinario2. Bianchi Bruni Manicardi 24 agosto 2014 XXI Tempo O. 3. Omelie 24 agosto 2014 XXI Tempo Ordinario 

Commenti Vangelo 24 agosto 2014 XXI Tempo O.


  1. Claudio Doglio
  2. Fernando Armellini
  3. Monastero Dumenza
  4. Qumran2.net

Articoli correlati1. Lectio Divina 24 agosto 2014 XXI Tempo Ordinario2. Bianchi Bruni Manicardi 24 agosto 2014 XXI Tempo O. 3. Omelie 24 agosto 2014 XXI Tempo Ordinario 

Maria modello dell'ascolto (Donatella Scaiola)


Fonte: Dimensione Speranza

In maniera sbrigativa alcuni dicono che tutto è stato facile per Maria, a motivo dei privilegi di grazia. La sua fede invece è esemplare per ogni credente, valida e attuale anche per noi oggi: un ascolto della Parola attivo, che tiene aperta un'attesa di cui si aspetta il compimento.
La figura di Maria ricorre nei vangeli in modo discreto, poco appariscente, anche se, in genere, significativo. Ricordiamo, ad esempio, che nel vangelo di Marco ella compare solo una volta in maniera esplicita (3,31-35), e un discorso analogo vale anche per il quarto vangelo in cui Maria viene menzionata due volte, rispettivamente all'inizio (2,1-11)e (quasi) alla fine della narrazione (19,25-27). Diverso è invece il ruolo che ella svolge negli altri due vangeli, soprattutto perché Matteo e Luca, pur se in modi diversi, raccontano la nascita e l'infanzia di Gesù.

Enzo Bianchi L'ultimo confine di Francesco


La Repubblica, 19 agosto 2014
di ENZO BIANCHI
dal sito del Monastero di Bose
Volendo riassumere con un’immagine il viaggio di papa Francesco in Corea, il pensiero va a un cuore pulsante che irrora di energie vitali il corpo fino alle sue estremità. Abbiamo avuto ancora una volta una chiara testimonianza di come il papa quando parla di “periferie” non usi una semplice metafora che tanti suoi pseudo-imitatori ora applicano a qualsiasi circostanza, ma riaffermi un aspetto centrale del suo ministero pastorale e delle modalità con cui intende esercitarlo.