Pagine
Home Enzo Bianchi don Claudio Doglio Luciano Manicardi Qiqajon Mail

lunedì 28 luglio 2014

Ludwig Monti Isaia: i canti del Servo sofferente



Catechesi di Ludwig Monti sul Profeta Isaia: il primo (Is 42,1-9) e il secondo (Is 49,1-7) canto del Servo sofferente.

La meditazione fa parte del corso biblico tenuto dal 21 al 26 luglio 2014 nel monastero di Bose - Fraternità di Ostuni.

Bianchi Bruni Manicardi XVIII Tempo Ordinario


Riflessioni sul Vangelo
3 agosto 2014

  1. Enzo Bianchi
  2. Giancarlo Bruni Dare il pane, farsi pane
  3. Luciano Manicardi La comunione e l’alleanza sono sancite da un banchetto, segno di convivialità e di celebrazione della vita

Articoli correlati1. Commenti Vangelo 3 agosto 2014 XVIII Tempo Ordinario2. Lectio Divina 3 agosto 2014 XVIII Tempo Ordinario 3. Omelie 20 luglio 2014 XVI Tempo Ordinario 

Lectio Divina 3 agosto 2014 XVIII Tempo Ordinario


  1. Associazione il Filo
  2. Giuseppe Bellia

Articoli correlati1. Commenti Vangelo 3 agosto 2014 XVIII Tempo Ordinario2. Bianchi Bruni Manicardi 3 agosto 2014 XVIII Tempo O. 3. Omelie 20 luglio 2014 XVI Tempo Ordinario 

Commenti Vangelo 3 agosto 2014 XVIII Tempo O.


  1. Claudio Doglio
  2. Fernando Armellini
  3. Parole Nuove

Articoli correlati1. Lectio Divina 3 agosto 2014 XVIII Tempo Ordinario2. Bianchi Bruni Manicardi 3 agosto 2014 XVIII Tempo O. 3. Omelie 20 luglio 2014 XVI Tempo Ordinario 

sabato 26 luglio 2014

Nicolini Papa Francesco e i suoi effetti sulla Chiesa


Riflessioni sulla figura di papa Francesco e sui suoi effetti sulla Chiesa.

Conversazione con Giovanni Nicolini – Alba di Canazei – 25 giugno 2014.
V. o scarica la sintesi curata da Francesco Scimè:  file PDF.

V. o scarica il file audio:


Si può suddividere la riflessione in tre punti:  
1) Il rapporto tra la Parola di  Dio e la storia.
2) La Chiesa si è centuplicata
3) Vangelo: norma o novità?

Pino Stancari Esercizi spirituali sul libro di Geremia


Link diretto DOWNLOAD

venerdì 25 luglio 2014

Raffaela D'Este Parola e immagine



Consonanze e distinzioni tra il ministero dell'esegeta e quello dell'iconografo 
Raffaela d'Este Monastero Bose
relazione al 3° Convegno Nazionale degli Iconografi e degli Amici dell'Iconografia 
Roma 24-26 settembre 2010 

Articoli correlati1. "Chi ha visto me ha visto il Padre"

Buddha, Confucio, Cristo. La religione all'epoca Tang


Corriere della sera, 21 luglio 2014
di PIETRO CITATI
Matteo Nicolini-Zani , La via radiosa per l'oriente
Matteo Nicolini-Zani , Monaci cristiani in terra cinese
dal sito del Monastero di Bose

Nel Medioevo, una lunghissima, lentissima via della seta (la via serica dei Romani) portava dalla Media e dalla Persia sino alla capitale cinese Chang'an, attraversando per migliaia di chilometri l'Asia centrale. C'erano anzi due vie della seta, una settentrionale e una meridionale, più deserta, che poi venne abbandonata. Prima di giungere in Cina, i viaggiatori sostavano nella vasta e ricca oasi del Turfan, dove vennero trovati frammenti cristiani scritti in siriaco e in sogdiano. La via della seta era affollatissima: la percorrevano mercanti con le loro merci, qualsiasi genere di merci, sul dorso di cavalli, asini muli e cammelli.

Il monaco (Bianchi) e lo psicanalista (Recalcati)



Riflessioni sulla virtù del perdonare
di UGO SARTORIO

Il perdono è merce rara, in tutti gli ambiti di vita, ancor più nel mondo degli affetti e dei legami, in particolare quando questi, sigillati dalla promessa del “per sempre ”, sono scossi dal trauma del tradimento. Eppure oggi capita, più spesso di un tempo, che quando si arriva al capolinea con quote non indifferenti di sofferenza da ambo le parti, quando cioè il rapporto a due si è ormai corrotto, «sempre più raramente — come scrive Massimo Recalcati, psicanalista lacaniano, in Non è più come prima. Elogio del perdono nella vita amorosa (Milano, Raffaello Cortina, 2014, pagine 160, euro 13) — chi vive un’esperienza di separazione affettiva importante riesce a intervallare la perdita dell’oggetto con una pausa di solitudine, anziché precipitarsi alla sua sostituzione con un nuovo oggetto».